menu

gasparri2017g3

M5S, Gasparri: “Enorme scandalo a Bruxelles su rimborsi truccati”


“Uno vale uno, ma altri valgono migliaia e migliaia di euro. È esploso a Bruxelles e a Strasburgo lo scandalo 5Stelle che investe alcuni loro collaboratori. Tra questi Cristina Belotti, accusata di aver giustificato, con tanto di rimborsi, missioni di propaganda a favore del movimento e in particolare di Di Maio come missioni europee”. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri. “Il gruppo delle Efdd, la famiglia politica degli europarlamentari grillini, ha scoperto delle irregolarità nei viaggi in Italia della Belotti. Sono stati individuati degli spostamenti sospetti e per alcuni l’ammissione di colpa è stata tale che sono state parzialmente restituite delle cifre – continua -. Questi moralisti da quattro soldi usano le istituzioni per la loro propaganda. E la questione riguarda direttamente Di Maio. Del resto sono guidati da Grillo, condannato per omicidio colposo, lo stesso reato per cui sono indagati anche il sindaco di Torino Appendino e il sindaco di Livorno Nogarin. La Belotti si è messa in congedo non retribuito per cercare di coprire lo scandalo che sta facendo molto rumore a Bruxelles e come responsabile della comunicazione ha indicato presso il gruppo europeo un’altra persona, Stefano Torre, il cui ruolo appare molto ambiguo e le cui prestazioni non sembrano conformi alle severe e precise regole del Parlamento europeo. Questi sono i 5 Stelle. Ciascuno di loro vale migliaia e migliaia di euro presi nell’ambito delle istituzioni. Le parlamentarie sono una pagliacciata. La trasparenza non è di casa. Litigano anche in Italia su scontrini e ricevute perché non hanno mantenuto fede a tutto quello che hanno raccontato – conclude Gasparri -. Lo scandalo di Strasburgo investe direttamente le responsabilità di Casaleggio, Grillo e Di Maio che dovranno pubblicamente risponderne. Faremo una crociata contro questa gente che predica male e razzola anche peggio”.

Commenti temporaneamente disabilitati.