menu

gasparri2017g3

Banche, Gasparri: “De Benedetti sapeva di decreto su popolari”


“C’è sempre qualcuno che è più uguale degli altri. Carlo De Benedetti, come leggiamo oggi su numerosi giornali, disse chiaramente di aver appreso da Renzi dell’imminente varo di un decreto sulle banche popolari. Ottenute queste notizie, disse ai suoi uomini di fiducia, sempre stando alla lettura dei giornali, di procedere a determinati investimenti. Queste scelte finanziarie fruttarono a De Benedetti un guadagno di 600mila euro, ma l’inchiesta poi fu archiviata dalla magistratura”. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri. “Fortunatissimo, De Benedetti! – prosegue – Può ricevere notizie riservate e sensibili dal Presidente del Consiglio, girarle a terzi, ricavarne un forte guadagno – sempre stando a ciò che leggiamo dalla trascrizione letterale delle intercettazioni telefoniche -, e uscirne indenne. Chissà quando i giornali che lui edita pubblicheranno queste intercettazioni e queste notizie! Siamo nell’era della trasparenza, dei social network e anche, mi rendo conto, delle fake news. Ma non è questo il caso. Una fake news invece è la censura di queste verità sui giornali di cui lui è editore. Che ci fosse in Italia un altro conflitto di interesse oltre a quello di cui tanto si è parlato?”.

Commenti temporaneamente disabilitati.