menu

gasparrilug17

Biotestamento, Gasparri: “Legge barbarica e anticostituzionale”


“Introduce l’eutanasia, cancella l’obiezione di coscienza dei medici, obbliga qualsiasi struttura pubblica o privata a obbedire a un editto statalista e a tratti stalinista: questo e’ la legge sul fine vita che avrebbe invece dovuto lasciare spazio all’alleanza terapeutica tra medico, paziente e familiari”. Cosi’ il senatore di Fi, Maurizio Gapsarri. “Una legge che ha migliaia di imprecisioni, che prevede la possibilita’ che bambini come Charlie Gard vengano uccisi, che rischia di vedere i familiari del malato dar luogo a delle vere e proprie votazioni intorno al letto del parente morente per far prevalere l’una o l’altra volonta’. Un caos brutale – aggiunge – che non cancella sofferenze, ma anzi le aggrava. In piu’ poi non si sono volute introdurre le norme che noi stessi abbiamo proposto contro l’accanimento terapeutico. Un modo di procedere confuso sotto il profilo costituzionale e legislativo, ma profondamente sbagliato sotto il profilo etico e morale. Cio’ a prescindere dalla fede religiosa di ciascuno di noi che resta esterna a questo dibattito tutto laico. FI ha fatto benissimo a votare contro una legge barbarica che sara’ travolta nelle sedi giudiziarie e costituzionali”, conclude Gasparri.

Commenti temporaneamente disabilitati.