menu

cardiello franco_slide_1

Sanità, Cardiello: “Su raccolta sangue De Luca risponda a cittadini”


“Il governatore De Luca può anche restare in silenzio davanti al microfono dell’inviato de “Le Iene”, ma ha l’obbligo di dare risposte ai cittadini della Campania. Ci spieghi come è possibile che una società che fa capo a una sola famiglia, la famiglia Pecora, abbia quasi il monopolio della raccolta di sangue dell’intera regione e ancor di più come mai molti centri Avis, che sarebbero perfettamente in grado di funzionare, sono tenuti chiusi. Presenterò una nuova interrogazione al ministro Lorenzin, dopo che le prime due, datate 14 gennaio 2016 e 26 settembre 2016, non hanno ancora avuto uno straccio di risposta”. Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Franco Cardiello. “Pagare alla famiglia Pecora 75 euro a sacca, quando oltretutto ‘Le Iene’ hanno dimostrato in maniera inequivocabile che non vengono rispettate le regole elementari affinché i prelievi siano sicuri per la salute dei cittadini che quel sangue ricevono – aggiunge Cardiello – è a dir poco ingiustificabile. Una sacca di un centro Avis autorizzato costerebbe 50 euro in meno e offrirebbe standard di sicurezza certamente più elevati. Si accerti quindi quanto prima se esistono intrecci corruttivi, individuando anche le responsabilità di chi aveva l’obbligo di esercitare controlli a tutti i livelli e non lo ha fatto. Chi ha sbagliato deve pagare e ne deve trarre le necessarie conseguenze”.

Commenti temporaneamente disabilitati.