menu

malan700_2

Mastella, Malan: “Vicenda conferma il pericolo di inchieste deboli o nulle”


“L’assoluzione con formula piena di Clemente Mastella conferma il pericolo di inchieste deboli o nulle sul profilo sostanziale e giudiziario, ma devastanti su quello politico e istituzionale. L’attuale sindaco di Benevento e’ stato assolto dall’accusa di concussione dopo quasi dieci anni passati sotto le forche caudine del giustizialismo. Nel frattempo, in conseguenza di quella inchiesta un governo, il Prodi II e’ caduto, non come dovrebbe cioe’ per motivi politici ma per accuse rivelatesi false. Il primo e l’ultimo governo Berlusconi sono caduti anche essi a seguito di azioni giudiziarie finite nel nulla, per non parlare di interi partiti politici spazzati via tra il 1992 e il 1994. La democrazia moderna e’ basata sulla separazione dei poteri, ma da noi le invasioni di campo sono state numerose ed evidenti, se non altro per le esplicite dichiarazioni di alcune associazioni di magistrati. La conseguenza e’ un grave danno alla democrazia, al potere che la Costituzione assegna ai cittadini di scegliere chi governa e chi fa le leggi. Purtroppo abbiamo spesso assistito a politici, o interi partiti, come oggi il M5S, che pensa di trarre profitto dai magistrati faziosi. Noi invece stiamo con la Costituzione che garantisce la liberta’ di scelta degli elettori e il diritto dei singoli ad un giudizio imparziale”, dichiara il senatore Lucio Malan, Questore del Senato.

Commenti temporaneamente disabilitati.