menu

pelino16

Ddl concorrenza, Pelino: “Danneggia libero mercato”


“Una seria legge sulla concorrenza deve essere inserita in un quadro di semplificazione normativa, burocratica e fiscale, diversamente diventa un esercizio inutile se non dannoso per il libero mercato e una sana concorrenza. E’ quanto si registra con l’approvazione del ddl Concorrenza e per tali ragioni di fondo che Forza Italia vota contro il disegno che vede la luce dopo oltre due anni di rimpalli parlamentari, dato questo già di per sè assurdo e inaccettabile”. Lo ha annunciato la senatrice Paola Pelino, vicepresidente dei senatori di Forza Italia, nel corso delle dichiarazioni di voto sul Ddl Concorrenza. “Una legge incompleta – ha aggiunto la senatrice Pelino – che dimentica ampi e numerosi settori, per esempio, quello dei servizi locali, una legge che danneggia i professionisti e altre categorie, come i tassisti, che dovranno ancora fare i conti con la concorrenza sleale delle cosiddette piattaforme on-line che non garantiscono la qualità del servizio reso ai cittadini. E ancora, una legge che in talune circostanze determina anche qualche privilegio di troppo. Particolarmente inaccettabile è la previsione poi dell’innalzamento dell’età, da 50 a 70 anni, affinché un’opera sia considerata d’arte. Insomma è una legge – ha concluso – sulla quale sarà necessario ritornare per approvare modifiche di sostanza”.

Commenti temporaneamente disabilitati.