menu

VIAmbiente

Impatto ambientale, Piccoli – De Siano: “Pd appesantisce burocrazia”


“Anziché semplificare le procedure per la richiesta della Valutazione di Impatto Ambientale, il Pd, in commissione Ambiente, fa approvare un parere che peggiora il testo del Governo a danno della chiarezza e della semplicità delle disposizioni contenute. Si è persa così un’occasione importante per perseguire un approccio moderno nelle procedure di autorizzazione di opere pubbliche e private soggette al VIA (Valutazione impatto ambientale). Viene, infatti, proposta la reintroduzione di inutili consultazioni pubbliche che il testo del Governo giustamente non prevedeva, appesantendo la procedura ed esponendola alle incursioni politiche invece di farla divenire un processo amministrativo oggettivo. Questo appesantimento, al di là delle intenzioni, avrà il solo effetto di espandere i tempi di approvazione. Di contro, non sono stati chiariti alcuni passaggi lacunosi dello schema del decreto del governo mantenendo perciò incertezza ed indeterminazione in capo a chi opera concretamente, ad esempio, nella tempistica legata alle richieste di integrazione e relativo annullamento della procedura in corso.Largamente trascurate sono poi le preziose indicazioni raccolte nel corso delle numerose audizioni in particolare da parte delle Regioni e di numerosi soggetti pubblici e privati operanti nel settore delle opere pubbliche e private. Insomma, si espande il peso della burocrazia con l’effetto, nel contempo, di ridurre la possibilità di realizzare velocemente opere importanti e strategiche necessarie alla modernizzazione del Paese”. Lo dichiarano congiuntamente i senatori di Forza Italia Giovanni Piccoli e Domenico De Siano, componenti della Commissione Ambiente di palazzo Madama, dopo il parere espresso sul decreto legislativo che detta nuove norme sulla Valutazione di impatto ambientale sui progetti pubblici e privati.

Commenti temporaneamente disabilitati.